bann-fdd-16b-1200×600

FdD Edizione 2016

Vorremmo tracciare con voi un senso e una riflessione intorno al tema dell’ABITARE. Oggi le sfide che le nostre città, così come le nostre comunità e le nostre associazioni hanno da affrontare, sono molteplici e complesse.
Il Festival dei Diritti nasce nel 2008 come evento “contenitore” del CSV di Pavia, all’interno del quale far confluire diverse manifestazioni ed iniziative culturali organizzate o direttamente dal CSV o dalle associazioni che decidono di partecipare, portando un proprio contributo alla tematica stabilita. Obiettivo del Festival è promuovere, attraverso momenti culturali, artistici e di animazione territoriale, il concetto di cittadinanza attiva e di solidarietà al fine di avvicinare sempre di più i cittadini alle realtà del Terzo Settore che operano sul territorio.
Viviamo un momento storico di passaggio e di passaggi. La crisi economica e sociale ci chiama a prender parte e a PARTECIPARE (tema del Festival dei Diritti 2015) ad un processo di cambiamento e di trasformazione in cui non possiamo restare seduti a fruire di qualcosa confezionato e pensato da altri, ma dobbiamo pensarci noi per primi, cittadini e organizzazioni, agenti di cambiamento, capaci di generare azioni virtuose per contribuire alla creazione di una comunità accogliente, solidale.
È il tempo in cui noi singoli cittadini stiamo riscoprendo le relazioni e ci stiamo ponendo come generatori di azioni spontanee per la cura dei beni comuni (sia beni materiali che immateriali), superando quel concetto del mio e tuo, che ci portava a non considerare come “nostro” ciò che ci circonda.

Siamo chiamati ad ABITARE il nostro tempo e i nostri territori con occhi nuovi e ponendo al centro le relazioni. Come potremmo ABITARE un luogo, uno spazio, se questo spazio non è animato da relazioni, da reciprocità, da possibilità di incontro e di confronto? Sarebbe un abitare fragile e povero, frammentato e fatto di solitudini. Spesso è così. Ed è proprio da questi contesti che vorremmo partire. Tante le domande che emergono.
L’abitare come relazione sociale: quali le sfide dei processi di coesione sociale all’interno di una comunità? Cosa significa oggi abitare uno spazio, una casa, un quartiere, una città? E come oggi possiamo ri-declinare il diritto all’abitare in una situazione in cui molti hanno dovuto lasciare la propria terra, casa e abitudini, per cercare una nuova patria, terra, casa? Come co-abitare una società cosmopolita? E come abitare il pianeta? E chissà quante altre sollecitazioni e riflessioni voi stessi potrete portare nel Festival.
Il Festival è nato per sensibilizzare i cittadini, la città e gli enti al tema dei diritti, ai temi che come terzo settore e comunità in generale abbiamo bisogno di approfondire e conoscere per poter operare al meglio all’interno dei cambiamenti del nostro tempo e per incentivare nei nostri territori la cultura della solidarietà e della conoscenza reciproca.

Come nasce il programma del festival

Le modalità di progettazione dell’evento vogliono essere il più possibile partecipate, per questo, ogni anno, il CSV invia a tutte le associazioni del territorio una lettera nella quale propone un tema, chiedendo alle stesse di proporre attività o idee. All’invito hanno risposto tantissime associazioni proponendo attività e iniziative importanti e significative rispetto al bisogno sociale, in grado di affrontare questa tematica da tanti punti di vista, diversi e ugualmente interessanti.